L’incantevole territorio siciliano è da sempre stato punto di incontro di varie culture e nel corso dei secoli tutto ciò, sommato alla bellezza e all’unicità dei paesaggi, ha dato vita a forme d’arte ineguagliabili riconosciute in tutto il mondo.
Tra queste, la più importante è senza ombra di dubbio la lavorazione della ceramica di Caltagirone.
Tramandata dall’antica civiltà greca, è una pratica artistica che si diffuse molto grazie alla qualità e alla abbondante presenza di argilla nella zona calatina. Gli artigiani locali tramite antichi metodi di lavorazione trasformavano semplici blocchi di creta in autentiche ed uniche opere d’arte, decorandole con colori caratteristici dell’ambiente circostante utilizzando motivi floreali, ornamentali, trascrivendo reali avvenimenti storici o disegnando simboli folkloristici siciliani (trinacria, sole e luna, teste di moro, ecc), a cui si ispirano le ultime collezioni del Carrettino: “Etna Mungibeddu” e “Gioielli dell’Etna”.
L’arte di lavorazione della ceramica di Caltagirone è sopravvissuta all’avvento dei nuovi metodi di fabbricazione di massa ed ai nuovi materiali. Ciò permette che al giorno d’oggi siano ancora presenti artigiani capaci di creare oggetti unici, inimitabili e di inestimabile bellezza seguendo la tradizione originale, come la Sig.ra Yulia Fistik, che fin da bambina, in Ucraina sua terra di origine, coltivava la passione per l’arte ed ha deciso di unire la sua virtù e la sua creatività con l’unicità della terra siciliana che l’ha colpita profondamente durante un suo viaggio sull’isola.

Da questo nasce il marchio “Carrettino” che contraddistingue manufatti artigianali in ceramica di Caltagirone e in pietra lavica dell’Etna, caratterizzati dall’utilizzo di particolari smalti incredibilmente brillanti e da decorazioni interamente dipinte a mano che riprendono motivi originali della tradizione siciliana e che rendono ciascun oggetto un pezzo unico al mondo.
I manufatti “Carrettino” traggono tutta la loro luce ed energia dal vigore del vulcano Etna che sovrasta il territorio sulla quale sorge la sede.
Le tante culture che hanno prosperato sull’isola siciliana (Greci, Romani, Arabi, Normanni, ecc) hanno lasciato eredità che nel corso del tempo si sono unite dando modo di ottenere una tradizione artistica unica al mondo che insieme alla passione e alla fantasia della Sig. Yulia Fistik caratterizza il valore, la bellezza e l’inconfondibilità dei prodotti “Carrettino”.
La trasformazione dell’argilla in un prodotto finito è un processo lungo e delicato che prevede prima di tutto la lavorazione della materia prima grezza attraverso modellazioni al tornio o manualmente per oggetti piccoli quali gioielli e piccole sculture. Una volta creata la forma voluta si procede alla prima infornata che avrà una durata di 24 ore a temperature elevate che sfiorano i 1000°C. Non appena l’argilla si sarà raffreddata viene dipinta e decorata a mano con smalti particolari e nuovamente infornata.
Per la creazione di gioielli ed oggetti preziosi, dopo una terza infornata (il cosiddetto “terzo fuoco”), vengono create, con un accurato e delicato lavoro di precisione, delle montature e  delle decorazioni in argento 925, in oro, in splendido corallo sardo, con autentiche perle e con altri materiali naturali che rendono questi tesori assolutamente unici,  inconfondibili e ricchi di sentimento.